OSSERVATORIO INTERNAZIONALE DI DESIGN / INTERNATIONAL DESIGN OBSERVATORY
home

Appunto di vista

[text] Giulia Guerra, Giulia Sambugaro, Federica Vaglio, Italy / [images] Giulia Guerra, Giulia Sambugaro, Federica Vaglio, Italy

Cosa vuol dire progettare per qualcuno?
Cosa significa lavorare per un contesto specifico ma grande come quello di una città?
Come è possibile parlare in modo esauriente e approfondito di attualità, non limitandosi a descrivere un fatto di cronaca? È possibile farlo utilizzando parole e immagini? La micro-redazione di Appunto di vista, si è posta tutte queste domande e spinta dal desiderio di rendere visibili i cambiamenti in atto e di aprire questioni attorno a temi attuali, ha prodotto una serie di giornali da muro e li ha affissi per le strade di Urbino, parlando di attualità e facendo parlare le mura stesse di quanto succede fuori dalla città.

Urbino è un contesto particolare dove la necessità di una simile indagine è favorita sia dalla conformazione del territorio che la rende isolata, sia dalla effettiva immutabilità nel tempo nonostante sia, per la sua natura universitaria, vissuta ogni anno da persone sempre differenti.
Fin da subito, quindi, la convinzione è stata quella di agire sui muri della città ritenendo valida l'idea di veicolare l'informazione direttamente sul territorio per comunicare ai suoi abitanti.
È stato importante indagare anche l’effetto intrinseco del nostro lavoro sulle persone. Se il contesto, un muro, un marciapiede, diventa importante in quanto legato al contenuto stesso dell’informazione, allora il nostro progetto deve tenere conto di questi elementi: del pubblico, della sua reazione, e dell’ambiente inteso non soltanto come supporto della comunicazione, ma come parte integrante di ciò che intendiamo dire. Il progetto non è solamente il prodotto del giornale da muro, ma tutto il processo, che comprende la scena, il pubblico e le sue risposte.
I manifesti prodotti sono da considerarsi però una serie di esperimenti: l’errore viene contemplato e utilizzato per migliorare, inoltre abbiamo potuto sperimentare i nostri limiti nella progettazione in un contesto reale dove la reazione del fruitore è verificata nell’immediato, attraverso l’osservazione diretta.
Si tratta di un progetto di tesi aperto, che mira a delle risposte pratiche e che considera il lavoro mai finito, proprio per la grandezza dei temi trattati: argomenti attuali e da sempre dibattuti, pieni di questioni senza una sola risposta, questo è da considerare solo un inizio.
La nostra tesi è strutturata in quattro libri che sono stati creati in contemporanea: una parte sperimentale, quella della creazione dei manifesti e della ricerca sul campo, e una parte teorica, dove si è cercato di trovare una risposta alle domande che ci facevamo durante la progettazione dei giornali da muro.


Scarica
il pdf sintetico della tesi


Visiona
la galleria delle immagini della tesi


Titolo / Appunto di vista
Autore / Giulia Guerra, Giulia Sambugaro, Federica Vaglio
Università / ISIA, Urbino
Corso di Laurea / Diploma accademico di Primo livello in Progettazione Grafica e Comunicazione Visiva
Anno Accademico / 2009/2010
Relatori / Prof. Leonardo Romei, Prof. Silvana Sola, Prof. Luciano Perondi


Appunto di vista
appuntodivista@gmail.com

Giulia Guerra
ailuigarreug@gmail.com
cargocollective.com/giuliaguerra

Giulia Sambugaro
giulia.sambugaro@gmail.com
formatopolaroid.blogspot.com

Federica Vaglio
federica.vaglio@gmail.com
federicavaglio.it


Inserito da aiapzine | 10.04.12 | commenti (0) | Tesi, ricerche, studi | stampa




 
NOTIZIE DA AIAP
apri

 

apri

 

apri

 

apri

 

apri

 

apri

 

apri

Federica Vaglio  

apri

Giulia Sambugaro  

apri

Giulia Guerra  


galleria:

vai alla galleria

AiapZine
periodico online
Milano
1/2011
ISSN: 2039-9901


Aiap

associazione italiana design della comunicazione visiva

Ultimi commenti


Cerca



Archivi


Notifica



 
Per Cancellarti clicca qui.